Thiesi

Sassari,febbre gioco azzardo vale 355mln

Sassari nella morsa della ludopatia. Secondo i dati ufficiali raccolti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel 2016 i sassaresi hanno investito 355.505.510 euro tra scommesse, slot, macchinette, lotterie istantanee e gratta e vinci. Una cifra spaventosa, che divisa per i 127.525 abitanti censiti nello stesso anno vuole dire che la spesa pro capite dei sassaresi in giochi d'azzardo in quei 12 mesi è stata di 2.787 euro. Considerato che le vincite si sono fermate a 251.915.826 euro, il saldo negativo è di 103.589.684 euro. Praticamente, per le statistiche ogni sassarese ha pagato al vizio del gioco una "tassa" di 812 euro. I numeri dicono che a farla da padrone sono le slot machine, per le quali i sassaresi hanno speso 223.687.358 euro, perdendo 63.587.778 euro. Seguono i "gratta e vinci", che alle tasche dei sassaresi sono costati 13.666.059 euro, saldo negativo tra i 45.833.550 euro giocati e i 32.167mila.491 euro vinti. Rispetto al 2015, la "febbre da azzardo" è cresciuta: le giocate sono aumentate di 26.446.048 euro. Cresce anche la perdita collettiva, che nel 2015 si attestava sui 78.801.593 euro. Ma, soprattutto, aumenta di oltre 200 euro il costo pro capite derivante dal gioco, che nel 2015 si era fermato a 2.580 euro. Oggi i dati saranno diffusi ad Alghero, nella seduta della commissione consiliare presieduta dalla dem Giusy Piccone. Da due anni l'organismo ha dichiarato guerra alla ludopatia, esaminando il problema e cercando di trovare gli antidoti migliori. I dati di Sassari erano stati richiesti all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli come utile termine di paragone rispetto alla situazione nella Riviera del corallo, dove comunque il fenomeno ha assunto dimensioni allarmanti. Nel 2016 gli algheresi hanno speso nel gioco 58.564.939 euro. L'investimento pro capite è stato di 1.330 euro. Le vincite si sono fermate a 43.610.257 euro, perciò il saldo negativo è di quasi 14.954 euro: in pratica, ogni algherese nel 2016 ha perso 339 euro.(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie